Versione solo testo - Eurocin G.E.I.E., 24 novembre 2017
Torna alla versione grafica - home

Le Camere di commercio euroregionali al servizio dello sviluppo economico e delle imprese dei territori d'appartenenza



Cuneo, 24 novembre 2017
ultimo aggiornamento: 24.09.2013



Cooperazione socio-culturale



LE CAMERE DI COMMERCIO EUROREGIONALI AL SERVIZIO DELLO SVILUPPO ECONOMICO E DELLE IMPRESE DEI TERRITORI D'APPARTENENZA

Contenuto pagina

Era il 1994 quando le Camere di Commercio di Cuneo Imperia e Nizza costituivano il primo gruppo europeo di interesse economico nell’intento di favorire l'integrazione economica, culturale e scientifica del territorio delle Alpi del Mare, una regione di incontro voluta e decisa dal mondo economico e politico, erede di una storia fatta di migrazioni e incontri che costituisse per le generazioni future un territorio da organizzare, da costruire sui valori della libertà delle persone e della solidarietà tra popoli.

Oggi quel progetto si è evoluto e consolidato grazie al determinante apporto delle Unioni regionali delle Camere di Commercio dell’Euroregione AlpMed che comprende i territori di  Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta, Rhône Alpes e PACA.

Dopo la firma da parte delle trentaquattro Camere di Commercio dell’area interessata di una dichiarazione d’intenti finalizzata a rafforzare la reciproca collaborazione in occasione del primo Convegno tra Camere di Commercio transfrontaliere organizzato da Eurocin GEIE nel 2007, la collaborazione tra le rappresentanze regionali del sistema camerale dell’Euroregione AlpMed ha avuto inizio con l’apertura di un ufficio comune a Bruxelles. La sede, inaugurata nell’aprile del 2009, è situata all’interno dei locali dell’Euroregione Alpi Mediterraneo, che raggruppano già le delegazioni delle rispettive Regioni. Quest’iniziativa, che ha consentito di riunire in un unico spazio le autorità regionali e i rappresentanti del mondo economico di un’area geografica transfrontaliera, rappresenta un caso esemplare e dimostra la volontà di lavorare nella maniera più efficace possibile, al servizio dei territori e delle imprese di tutto lo spazio euro regionale.

L’ufficio comune dell’Euroregione AlpMed dispone di cinque postazioni indipendenti: l’organico è composto da tre soggetti permanenti in rappresentanza di Piemonte, Rhone-Alpes e Valle d’Aosta e dai corrispondenti di Liguria e PACA che si trovano rispettivamente a Genova e Marsiglia. I cinque soggetti costituiscono il “Gruppo Tecnico Europa” il cui obiettivo è monitorare le politiche europee, e le calls per progetti, partecipando a conferenze e seminari.

Poiché tra le linee d’azione fissate dalle Unioni regionali delle Camere di commercio dell’Euroregione AlpMed vi è la creazione di un GECT (Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale - Reg. Europeo n.1082/2006) dell’intero sistema camerale transfrontaliero, il gruppo segue con particolare attenzione le evoluzioni relative a questo strumento che consentirà di accedere più semplicemente ai finanziamenti comunitari previsti nella programmazione che inizierà nel 2014.

Visto che all’interno delle Unioni regionali operano già gli uffici EEN (Entreprise Europe Network), il tema dell’innovazione e del trasferimento tecnologico è un tema immediatamente operativo. Il 13 luglio si è svolto a Bruxelles il primo evento organizzato dall’ufficio AlpMed di Bruxelles volto a facilitare l’incontro fra i Poli di innovazione e competitività italiani e francesi. Al seminario hanno partecipato i Direttori e Presidenti delle Camere di Commercio Regionali ed è stata data la possibilità ai rappresentanti delle varie istituzioni europee, nazionali, regionali e locali di conoscere la realtà innovativa euroregionale ed ai vari clusters di presentare le loro attività.

Le prossime tappe dell’Euroregione AlpMed vedranno la realizzazione del “Passaporto dell’Euroregione” e la partecipazione agli “Open Days 2010” di Bruxelles e la costituzione di un segretariato tecnico permanente per il 2011.

I Presidenti delle Unioni regionali delle Camere di commercio dell’Euroregione AlpMed hanno individuato come linee d’azione prioritarie le infrastrutture e il turismo, elementi strategici per lo sviluppo economico dell’Euroregione.

Le Unioni regionali faranno valere gli interessi delle Camere di Commercio e delle imprese su questo tema presso gli organismi pubblici competenti a livello regionale, nazionale ed europeo. A livello europeo le Unioni regionali veglieranno affinché l’Euroregione si inserisca nei corridoi di trasporto europei (RTE-T) e faranno conoscere la posizione degli operatori economici dei loro territori nell’ambito della revisione della politica europea in materia di trasporti.

Il turismo è un settore comune a tutto il territorio dell’Euroregione, con un impatto economico considerevole ma anche problematiche comuni: stagionalità, accessibilità, cambiamenti climatici, professionalizzazione degli operatori, impatto ambientale. In accordo con gli organismi regionali, le Unioni regionali auspicano di portare la loro esperienza in questo settore per sostenere lo sviluppo di questa filiera di interesse primario per l’economia dell’Euroregione.

 



Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina



Non ´┐Ż presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]