Versione solo testo - Eurocin G.E.I.E., 25 novembre 2017
Torna alla versione grafica - home

Sogni, progetti e realizzazioni nella terra delle Alpi del Mare



Cuneo, 25 novembre 2017
ultimo aggiornamento: 08.08.2011



Cooperazione socio-culturale



SOGNI, PROGETTI E REALIZZAZIONI NELLA TERRA DELLE ALPI DEL MARE

Contenuto pagina

La presentazione ufficiale del "Portale dell'arco mediterraneo latino" che abbraccia tutte le aree spagnole, francesi ed italiane affacciate sul Mediterraneo occidentale e l'immediato arriŔre pays, segna una grande, significativa realizzazione connessa al progetto Pamel@, finanziato dalla commissione Europea nell'ambito di Interreg III Medocc, per il biennio giugno 2006 - giugno 2008.
D'ora in poi, grazie alla fruizione dell'importante data-base, sarÓ possibile impostare riflessioni ed analisi socio - economiche innestandole su elementi di fatto, su paletti sicuri. Per questo si parla di "ricerca georeferenziata", radicata sulla conoscenza delle economie e sullo sviluppo del tessuto imprenditoriale dei territori considerati. Non solo, ma per rendere l'accesso alle informazioni ancora pi¨ facile, si Ŕ predisposta una rielaborazione in chiave cartografica interattiva, fruibile via web. Il tutto sarÓ completato, quanto prima, da una serie di dati sulle reti di impresa .
Procede, dunque, verso la conclusione un percorso che ha, tra i suoi partners, le Camere di commercio di Torino, Genova e Cuneo, Unioncamere Piemonte e Liguria, le omologhe francesi e spagnole delle fasce interessate, oltre al Conseil GÚnÚral ed alle strutture amministrative regionali.
E, intanto, va avanti l'azione tesa a creare le condizioni per il superamento della visione nazionale dei Paesi europei in un'ottica pi¨ ampia, capace di abbracciare terre che parlano lingue diverse, ma sono chiamate a confrontarsi quotidianamente con problemi simili, respirano la stessa aria, godono tutte dei colori e dell'ambiente mediterraneo, vantano una storia fatta di contatti, di rapporti costanti, di raffronti e di contrasti, di accordi e oggi soprattutto di pace.
Di qui iniziative comuni che, oltre a Pamel@, registrano la creazione dei Progetti Integrati Transfrontalieri mirati alla formulazione di una strategia incentrata su temi diversi, da affrontarsi in un lasso di tempo pluriennale, frutto della cooperazione transfrontaliera tra province ( e, in Italia, anche ComunitÓ montane e parchi) e dipartimenti contigui.
La Provincia di Cuneo, nello specifico, partecipa al Progetto Integrato Transfrontaliero "Tourval" che ha, come obiettivo, lo sviluppo integrato del settore turistico nell'area compresa tra il dipartimento delle Alpi Marittime e la provincia di Imperia, Savona ed anche al Progetto "Nuovo territorio da scoprire" che vede la collaborazione tra la provincia di Cuneo e il dipartimento delle Alpi di Alta Provenza.

Il senso di Europa cresce dunque , esprimendosi in realizzazioni comuni, in ipotesi di lavoro integrate, in proposte che guardano ai medesimi obiettivi e fanno leva sulle specificitÓ del territorio.
Rientra in quest'ottica il portale presentato di recente da Eurocin Geie, www.alpidelmare.eu, che dÓ la possibilitÓ di conoscere dal punto di vista economico, culturale e, soprattutto, turistico il territorio a cavallo delle Alpi sud occidentali.
Una prospettiva transfrontaliera cui apporterÓ nuovi spunti ed ulteriore vigore, nel cuore della gente, la puntata in provincia di Cuneo, del Tour de France 2008, con l'arrivo di tappa a Pratonevoso, la giornata di riposo e la partenza per il rientro oltralpe.
Si tratterÓ di una parentesi di grande sintonia franco italiana, vissuta in nome dello sport, di un'amicizia antica e di territori caratterizzati da interscambi sempre pi¨ fitti, ispirati non solo a motivazioni economiche, ma vissuti anche nell'obiettivo di una fruizione ottimale del territorio e della sua promozione, nella consapevolezza che non c'Ŕ storia se non ci si lega alla realtÓ ambientale, alle sue produzioni, alla sua cultura.
Sono tematiche che vanno sostenute e sorrette, integrate e ribadite.
Il mercato europeo, che per la prima volta si Ŕ svolto a Cuneo nel maggio scorso, portando oltre 100 operatori commerciali e bancarelle provenienti da diversi paesi europei e non solo, Ŕ stata una straordinaria occasione per far crescere nei cuneesi la consapevolezza di una naturale propensione all'internazionalitÓ, a guardare ed accogliere altri paesi, altre genti e altre culture.
Lo stesso obiettivo Ŕ portato avanti da questa rivista bilingue, giunta al quinto anno di realizzazione, scritta sull'onda di aspirazioni che, al di qua ed al di lÓ delle Alpi, attingono al sogno comune dell'Euroregione e di una storia nuova, dimentica di antichi confini, costruita in nome di moderni, esaltanti ideali .
Ferruccio Dardanello
Amministratore delegato di Eurocin G.E.I.E.



Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina



Non ´┐Ż presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]