Versione solo testo - Eurocin G.E.I.E., 24 novembre 2017
Torna alla versione grafica - home

Infrastrutture: corridoio 24 ferroviario Rotterdam-Genova



Cuneo, 24 novembre 2017
ultimo aggiornamento: 05.10.2016



Cooperazione economica



INFRASTRUTTURE: CORRIDOIO 24 FERROVIARIO ROTTERDAM-GENOVA

Contenuto pagina

LE CAMERE DI COMMERCIO a favore DELLA REALIZZAZIONE DEL CORRIDOIO FERROVIARIO ROTTERDAM-GENOVA 

"La realizzazione del corridoio ferroviario Rotterdam-Genova, con alle sue estremità i sistemi portuali più importanti d'Europa, contribuirebbe in modo fondamentale al riequilibrio modale nel trasporto di merci e alla riorganizzazione dello spazio economico europeo... E', quindi, indispensabile che anche per questo progetto di corridoio europeo sia nominato un Coordinatore europeo di riferimento, che assicuri il dialogo tra i soggetti interessati e coordini gli interventi". Queste le principali conclusioni dell'incontro tenutosi, lo scorso 3 novembre, al Parlamento Europeo, promosso dalla Comunità delle Camere di Commercio dell'asse ferroviario nord-sud e dell'Unione Europea delle Camere di Commercio per la politica dei trasporti (UECC), su iniziativa di Uniontrasporti e dell'Unioncamere Piemonte.
Presenti all'incontro i membri della Comunità e, in particolare, la CCIAA di Genova - il cui Presidente, Paolo Odone, ha diretto i lavori in qualità di Presidente di Uniontrasporti e della Comunità - nonché, oltre all'Unioncamere Nazionale, le CCIAA piemontesi di Alessandria, Novara, Torino, Vercelli e Verbano-Cusio- Ossola, le CCIAA lombarde di Milano e Como, le Camere di Commercio bilaterali Italia-Svizzera, la Chambre de Commerci del Cantone Vallese, la Camera di Commercio di Karlsruhe, i Porti di Genova e Rotterdam e l'europarlamentare italiano Gianluca Susta All'incontro sono state sottolineate le specificità del corridoio 24 e, in particolare, il fatto che metterebbe in collegamento fra loro i sistemi portuali più importanti d'Europa: il Northern Range imperniato su Rotterdam e Anversa e quello ligure imperniato su Genova, Savona e La Spezia. Ne trarrebbero beneficio circa 70 milioni di persone e ben 3,5 milioni di imprese poste lungo una direttrice al centro del 50% del traffico attuale di merci e che sino al 2025 potrebbe conoscere un incremento del traffico del 72%. La realizzazione del corridoio potrebbe altresì contribuire a un riequilibrio territoriale tra il Northern Range al limite del collasso e la sponda sud con un margine di sviluppo ancora da sfruttare. Fra le criticità sottolineate gli interventi ancora da avviare soprattutto in territorio italiano (Terzo Valico dei Giovi, sull'Appennino ligure) e tedesco, e i problemi del potenziamento dei collegamenti ferroviari tra la Svizzera e la Lombardia e del rumore indotto dalle grandi infrastrutture in Olanda e Germania. Più in generale, sussitono criticità nel dialogo con i governi nazionali per le decisioni da prendere e le risorse da reperire, con i governi regionali per gli interessi che rappresentano e con le comunità locali sempre più attente a limitare l'impatto delle infrastrutture sul loro territorio. In conclusione ai lavori, il Presidente Odone ha presentato, a nome di tutta la Comunità delle Camere di Commercio dell'asse ferroviario nord-sud, una mozione nella quale le Camere chiedono che come fatto per altri cinque corridoi, anche per il corridoio 24 sia nominato un Coordinatore europeo di riferimento che, ponendosi a capo di una vera e propria strategia di corridoio, assicuri il dialogo con i soggetti interessati e coordini gli interventi. Come Camere di Commercio assicuriamo il nostro impegno ad agire in qualità di facilitatori nei rapporti con i soggetti interessati, a monitorare il progredire della realizzazione, a segnalare i problemi e le difficoltà, ad informare le business community e a coinvolgerle nella realizzazione, ad elaborare dati e informazioni economiche e a diffonderle.

Fonte: Newsletter n.43 del 12 Novembre 2008 di "Unioncamere news from Bruxelles" 
Per ulteriori informazioni: http://news.ucamere.net/newsletter/N.43.pdf

Discorso del Presidente della CCIAA di Genova e Presidente di Uniontrasporti Paolo Odone

Dossier corridoio 24 Genova-Rotterdam
 



Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina



Non ´┐Ż presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]