Versione solo testo - Eurocin G.E.I.E., 24 novembre 2017
Torna alla versione grafica - home

Spazio alpino



Cuneo, 24 novembre 2017
ultimo aggiornamento: 07.12.2009



Fondi Strutturali 2007-2013



SPAZIO ALPINO

Contenuto pagina

Territori ammissibili 
Il Programma coinvolge un territorio di 450.000 km2 e una popolazione di circa 70 milioni di abitanti. 
L'area comprende tutta la parte montana, integrata dalle circostanti zone collinari e di pianura.
Gli stati interessati sono:
Francia: Alsace, Franche ComtÚ, Provence-Alpes-Cote d'Azur, Rhone-Alpes.
Italia: Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Piemonte, Trentino-Alto Adige, Valle d'Aosta, Veneto.
Austria
Germania: distretti di Boberbayern, Schwabe, Tubingen, Freiburg. 
Slovenia.
Gli Stati non membri bell'UE che possoso partecipare al programma sono : Liechtenstein e Svizzera.

Obiettivo generale
L'obiettivo del Programma Ŕ di accrescere la competitivitÓ e l'attrattiva dell'area alpina in termini sostenibili, finanziando progetti transnazionali che sviluppano la coesione e lo sviluppo territoriale. 

Obiettivi specifici 
- incentivare l'innovazione, l'imprenditorialitÓ e rafforzare la capacitÓ di ricerca e sviluppo per le piccole medie imprese (PMI):
- incrementare uno sviluppo territoriale bilanciato per rendere lo Spazio Alpino un luogo attrattivo dove vivere, lavorare e investire;
- migliorare l'accessibilitÓ dello Spazio Alpino e gestire al meglio le implicazioni economiche e ambientali dei sistemi di trasporti;
- migliorare l'accessibilita ai servizi e le reti di comunicazioni entro lo Spazio Alpino;
- proteggere, gestire e incentivare i beni naturali e culturali per uno sviluppo sostenibile;
- prevenire e ridurre i rischi naturali e tecnologici e gestire al meglio le loro conseguenze, con particolare attenzione ai cambiamenti climatici.

Beneficiari 
I beneficiari variano a seconda dell'asse prioritario e della misura: regioni, province, comunitÓ montane, comuni; agenzie di sviluppo locali, regionali o nazionali; centri di ricerca tecnologica e scientifica; UniversitÓ; istituti di ricerca; ONG, associazioni di imprese; camere di commercio; associazioni di categoria e artigiani; organizzazioni del turismo; organizzazioni pubbliche e private di associazioni delle imprese, in particolare PMI (es. reti di PMI, consorzi);associazioni ambientaliste.

Assi prioritari e misure d'attuazione 
Asse 1 : CompetitivitÓ e attrattivitÓ dello Spazio Alpino 
Obiettivo 1.1 rafforzare la capacitÓ d'innovazione delle PMI
Obiettivo 1.2 aumentare le possibilitÓ di sviluppo basato sui settori tradizionali, emergenti e sul settore culturale
Obiettivo 1.3 rafforzare il ruolo delle aree urbane quali motori di sviluppo sostenibile
Obiettivo 1.4 rafforzare le relazioni tra aree urbane e rurali  e sviluppare le aree periferiche
Asse 2. AccessibilitÓ e connettivitÓ
Obiettivo 2.1 assicurare l'accesso a servizi pubblici, trasporti, informazioni, comunicazione e conoscenza
Obiettivo 2.2 promuovere e migliorare l'accesso e l'uso delle infrastrutture esistenti per ottimizzare i benefici economicio e sociali e ridurre le conseguenze ambientali
Obiettivo 2.4 promuovere modelli di mobilitÓ sostenibile ed innovativa con specifica attenzione all'ambiente, alla salute e all'uguaglianza tra i popoli
Obiettivo 2.5 mitigare le conseguenze negative del tarffico attraverso le Alpi.
Asse 3 Ambiente e prevenzione dei rischi 
Obiettivo 3.1 salvaguardare l'ambiente naturale con piani integrati, gestione e sviluppo delle risorse
Obiettivo 3.2 preservare e gestire in modo sostenibile la risorsa idrica
Obiettivo 3.3 mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici
Obiettivo 3.4 promuovere e implemmentare le risorse endogene

ModalitÓ di attuazione 
La durata massima dei progetti Ŕ di 36 mesi.
Le modalitÓ di partecipazione ai bandi prevede 2 fasi (6 mesi):
- presentazione di un documento (expression of interest) con le informazioni chiave del progetto: budget, attivitÓ principali e obiettivi, risultati attesi, descrizione del partenariato. La preselezione, che seguirÓ la valutazione tecnica, sarÓ effettuata da una Task Force nominata dal Comitato di Programma in cui saranno rappresentati tutti i paesi.
- l'AutoritÓ di Gestione fornisce i risultati della preselezione e i lead partner dei progetti individuati dovranno presentare una candidatura con tutta la documentazione richiesta.

Risorse disponibili e tassi di cofinanziamento 
Il programma Ŕ finanziato dall'Unione europea attraverso il FESR ed il contributo degli Stati membri. Svizzera e Liechtenstein possono partecipare al programma con fondi propri.
Per il periodo 2007-2013 al programma sono destinati fondi per 129.980.630: la quota FESR ammonta a 97.792.311 euro. I progetti sono cofinanziati dal FESR fino al 76% con alcune variazioni tra le prioritÓ. 
Per l'Italia, la quota di autofinanziamento dei partner Ŕ coperta interamente dal fondo di rotazione (24%) a carico dello Stato.

AutoritÓ di Gestione
Struttura competente Amt der Salzburger Landsregierung
Indirizzo Abt. 15/01 - Sudtiroler Platz, 11 A - 5010 Salzburg (Austria)
Posta elettronica alpine.space@salzburg.gv.at
Telefono 0043 662 80423799
Fax 0043 6628042 3808
Sito: http://www.salzburg.gv.at/themen/ey

Segretariato tecnico congiunto
Struttura competente ETC - Alpine Space Programme
Indirizzo Bayerisches Landesamt fŘr Umwelt
Lazarettstr. 67 - 80636 MŘnchen - Germany
Posta elettronica jts@alpine-space.eu
jts@lfu.bayern.de
Telefono 0049 (0) 89 9214 1800
Fax 0049 (0) 89 9214 1435

Punto contatto nazionale Italia
Struttura competente Regione Lombardia - DG Territorio e Urbanistica, Coop. Territoriale Transnazionale - Dott.ssa Cristina PALAMINI
Indirizzo Via Sassetti, 32/2 - 20124 Milano
Posta elettronica Spazio_Alpino@regione.lombardia.it
Telelfono 0039 02 6765 -5356
Fax 0039 02 6765 -6716

Sito ufficiale del programma : www.alpine-space.eu 


Fonte delle informazioni, delle immagini e dei loghi: sito ufficiale del programma



Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina



Non ´┐Ż presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]